Venerdì 14 dicembre Attesa alle porte d’Europa

Venerdì 14 dicembre ore 20.45
Attesa alle porte d’Europa – I campi profughi lungo la rotta balcanica

Conferenza. Con S. Maraone operatrice IPSIA ACLI; S. Malacrida responsabile Caritas Ambrosiana Est Europa; M. Cociglio e M. Baretta volontarie presso il campo profughi di Bogovadja, Serbia

Siamo davvero consapevoli di cosa sta accadendo alle porte della nostra Europa? Sappiamo cos’è la rotta balcanica e perché si è formata? Siamo a conoscenza del fatto che, ai confini dell’Unione Europea, uomini, donne, bambini e intere famiglie stanno vivendo in una perenne attesa in campi profughi spesso informali?

Sono i frammenti di vita di chi in un campo profughi consuma la propria adolescenza e si innamora per la prima volta, di chi tra frontiere e muri, nel silenzio della notte, dà al mondo un figlio, di chi a volte non ha il coraggio di alzarsi dal letto e a volte ha il coraggio di sfidare i manganelli tra cani e fili spinati pur di arrivare dall’altra parte.

Vi proponiamo una serata sul tema dei migranti che percorrono la rotta balcanica e fanno dei campi la loro “casa”. Cercheremo di fare un po’ di chiarezza insieme e di armarci di qualche consapevolezza e strumento in più per poter leggere l’attualità e agire in modo costruttivo.

Interverranno:
- Silvia Maraone, operatrice IPSIA ACLI, da più di 20 anni nei Balcani a fianco dei migranti
- Sergio Malacrida, responsabile Caritas Ambrosiana nell’Est Europa, formatore per i volontari che si preparano a vivere esperienze di servizio nei campi profughi lungo in Serbia
- Martina Cociglio e Milena Baretta, studentesse universitarie, volontarie presso il campo profughi di Bogovadja (Serbia)

Sarà anche possibile visitare una mostra fotografica che ripercorre i passi principali dei migranti lungo la rotta balcanica.


I commenti sono chiusi